Gli entroterra italiani hanno bisogno di uscire fuori dagli schemi, parola di Francesca Dalla Vecchia

Spesso nel mio lavoro ho sentito dire che l’operato di un creativo non è “quantificabile” in termini di ritorno economico. In effetti è sempre difficile identificare come un creativo possa contribuire al reale sviluppo di un progetto, se non vedendo il lavoro concluso.

Eppure un creativo è colui che riesce sempre a dare un nuovo punto di vista alle cose.

Così mi sono chiesta quale può essere l’approccio di una persona creativa per la valorizzazione degli entroterra. E quale se la persona creativa vive all’estero?

Continua a leggere

L’arte dell’entroterra porta frutti: il caso di Alessandra De Berardis

Una linea continua, un tratto deciso. Semplice ed efficace per esprimere concetti ed emozioni. Oggi parliamo di arte contemporanea, nata nell’entroterra marchigiano-abruzzese e ora operativa a Roma.

Vi presento Alessandra De Berardis, nata a Teramo nel 1978 e laureata in Architettura presso la facoltà di Ascoli Piceno. La pittura per lei è stata sempre una passione e nel 2005 inizia il suo studio sulla linea continua: un unico tratto di penna, un gesto unico e ininterrotto che in pochi secondi fissa sul foglio un emozione. Dal 2015  la linea si lega ad una sperimentazione di acquerelli, nel risultato si fonde la profondità delle sfumature con la bidimensionalità della linea continua.

Dal 2007 Alessandra vive e lavora a Roma dove svolge l’attività di architetto e continua a creare.

Perché vi parlo di lei? Perché non si dimentica della sua terra e continua ad aiutarla con progetti di valore pur vivendo fuori regione.

Continua a leggere

Turismo e terremoto: perché parlarne in un momento in cui molti marchigiani non hanno più una casa? – parte 3

Perché ogni calamità naturale ha un impatto economico negativo, oltre che sociale, da dover rallentare grazie ad una riprogettazione consapevole. E perché il turismo è la materia prima dell’Italia: aiuta infatti ad una ripresa economica solo a seguito di una riprogettazione intelligente, seguendo tra gli altri anche modelli esteri.

Continua a leggere

Turismo e terremoto: cos’è il marketing territoriale – parte 2

Un disastro naturale come il terremoto accentua di certo i punti di debolezza e i rischi di attrattività turistica di un territorio. Per la regione Marche ciò ha ed avrà un impatto importante sul fronte economico.

Non devono però essere dimenticati le opportunità e i punti di forza del territorio marchigiano, molti dei quali restano oggi nascosti ma comunque operativi. Sarebbe una buona ripartenza iniziare a valorizzarli.

Continua a leggere

Turismo e terremoto: marketing territoriale per zone colpite da disastri naturali – parte 1

Afflitti e colpiti dal terremoto, noi marchigiani siamo in preda ad un crescente senso di disorientamento.

Dietro ogni problema c’è un’opportunità. Diceva Galileo Galilei

Oltre alla lentezza della normativa per la ricostruzione, i danni sono talmente tanto ingenti da far fatica ad intravedere uno sviluppo locale diffuso.

Eppure un modo c’è, se lo si vuol vedere.

Continua a leggere